ionontimangio vegan style
Home Animali Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto .

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Unione Sarda  5 Agosto 2017  un articolo incredibile ,annesso il video che mostra una realtà per molti sconosciuta, un macello colmo di animali morti appesi ai ganci uno accanto all’altro, e che non potranno essere venduti per mancanza di strutture adeguate allo smaltimento di parti dei loro corpi  scartate dal consumo.

Sembra un miracolo, per noi che amiamo gli animali e lottiamo per loro questo divieto di uccidere in un periodo così ” proficuo” in cui i turisti richiedono il ” Maialino Sardo“.

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Una punizione che priverà  loro del gusto di cibarsi di neonati ” Il Maialino Sardo” tanto famoso per il suo gusto di latte, sottratto alla madre appunto durante l’allattamento, un prodotto non ecosostenibile, se pensiamo che alcuni popoli lo uccidono quando arriva al massimo del suo peso per cibarsi un’anno intero, quindi una ” Leccornia ” per pochi, per chi senza scrupoli mastica ancora una vita innocente per pochi minuti di esaltazione nelle sue fauci . 

Sono tanti e poi tanti gli animali uccisi che non si riesce a smaltire i resti dei loro corpi macellati , vi rendete conto?

Questo articolo fa davvero riflettere e fa molto male al cuore per chi come me lotta ogni giorno per il cambiamento.

Nel video si vedono centinaia di animali uccisi ed appesi ai ganci che ora, rimarranno in celle frigorifere per almeno un mese prima che il piano regolamentato dalla ASL possa non pregiudicare la salute pubblica con lo smaltimento degli ” Scarti” .

Già gli scarti, così li chiamano , ma sono pezzi di corpicini senza vita sgozzati e con il cuore ancora pulsante per poter far uscire tutto il loro sangue .

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Animali allevati a centinaia in spazi ristretti come più volte abbiamo tristemente visto, molti soffocati dalla stessa madre che non ha neanche lo spazio per girarsi.

Torture senza fine, estirpazione di denti senza anestesia ai piccoli e dei testicoli per garantire una pacifica  convivenza ed una crescita promettente.

Bisogna cambiare le abitudini alimentari perché il pianeta sta morendo,  l’inquinamento che i gas prodotti dagli allevamenti originano, la distruzione di boschi a favore di piantagioni per mangimi , l’acqua che scarseggia e che viene adoperata per questo scopo in quantità massicce, e non ultimo la sofferenza che questi poveri esseri vivono nella triste vita di prigionia e morte.

La compassione è un’arma forte che abita solo nei cuori di chi riesce ad amare davvero, spero che queste immagini possano servire.

Leggi l’articolo e guarda il video.

Per approfondire leggi l’articolo di Essere Animali:

Foto di Jane Godal per  di Essere Animali 

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

Cari Turisti Niente Maialino Sardo a Ferragosto

La grande Jane Godal descrive così le fotografie di Jo-Anne: «Per il bene degli animali, vi prego di non guardare unicamente, ma di sentire».

 

 

ShareShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on TumblrPrint this pageEmail this to someone

Responder