ionontimangio vegan style
Home Approfondimenti Come Diventare Crudisti

Come Diventare Crudisti

La dieta crudista è a base di cibo (solitamente di origine vegetale) che non è stato né cotto né elaborato in alcun modo. Questi alimenti vengono spesso denominati “vivi” o “viventi”. Alla base di questa dieta vi è la convinzione che un’alimentazione ricca di enzimi garantisca un’ottima salute. Gli enzimi facilitano la digestione: dunque, gli alimenti crudi possedendo questi enzimi semplificano il processo. Quando il cibo viene cotto gli enzimi vengono distrutti dalle alte temperature (non sopravvivono a una temperatura superiore ai 48 gradi) e il nostro corpo deve produrre gli enzimi necessari alla digestione. Si ritiene che ciò affatichi il fisico, costretto sia a produrre gli enzimi sia a fare lo sforzo digestivo, contemporaneamente. Il dottor Edward Howell, ideatore del concetto per il quale gli enzimi sono apportati dai cibi crudi, è un sostenitore di questa teoria dell’affaticamento del corpo. Si ritiene, inoltre, che la cottura diminuisca il valore nutrizionale, e la “forza vitale” del cibo.
Oltre a questa ragione basilare, vi sono altri motivi per i quali molti seguono una dieta crudista. Ani Phyo sostiene che tra le ragioni vi sono: la perdita di peso, le proprietà anti-età, i vantaggi per la salute, i benefici sulle performance fisiche e, per un numero crescente di persone, vivere in modo più “verde”. Molti di coloro che seguono questa dieta sono vegani e ritengono che il consumo di carne animale non sia né etico né sano. La dieta crudista può essere incredibilmente saporita e varia. Nel caso in cui tu faccia una ricerca adeguata, potrai bilanciare perfettamente una dieta crudista affinché fornisca tutti i nutrienti necessari per una salute e un peso ideali. Questo articolo ti fornirà una guida per iniziare la tua dieta crudista, nonché consigli su cosa acquistare per la tua cucina e gli alimenti da includere.

Ingredienti

  • Frutta e verdura fresche, preferibilmente biologiche
  • Germogli, semi e frutti secchi
  • Fagioli
  • Frutta disidratata
  • Alghe o lattuga fresca
  • Condimenti
  • Edulcoranti (esclusivamente di origine naturale)

Passaggi

  1. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 1

    Come diventare crudisti

    Informati sulla dieta crudista. Capire gli scopi e la filosofia di questo tipo di dieta è essenziale per capirne le ragioni e per poterne beneficiare non solo in termini di salute, ma anche di gusto. Vi sono alcuni noti difensori di questa dieta che potresti leggere, e vi sono svariate pagine web che contengono molte informazioni.

    • Leggi qualche libro sulla dieta crudista. Prendi in prestito o acquista alcuni libri per imparare più che puoi rispetto a questo tipo di alimentazione. Alcuni libri con i quali puoi cominciare sono: Raw Family: A True Story of Awakening di Victoria Boutenko. ‘Ottimo anche ‘The China Study di T. Colin Campbell, che fornisce un elenco di fonti alternative di proteine. Molti libri di ricette crudiste includono anche un po’ di storia, le analisi nutrizionali e le basi filosofiche, oltre, naturalmente, a ottime ricette.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 1Bullet1

      Come diventare crudisti

    • Cerca online siti web attinenti. I termini che puoi utilizzare per la ricerca includono: “cibi viventi”, dieta crudista, alimenti crudi naturali, crudismo, disidratatore, centrifuga, mixer, vita-mix, enzimi, ricette di alimenti crudi, ecc.
  2. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 2

    Come diventare crudisti

    2

    Trova una comunità. Partecipa a una cena organizzata dalle tue parti oppure organizzane una. È meraviglioso condividere il cibo con altri. I forum online, poi, costituiscono un’ottima risorsa per incontrare altri crudisti, scambiarsi ricette e ottenere risposte. E vi sono moltissimi crudisti che utilizzano Twitter e Facebook per scambiarsi messaggi, fissare incontri e scambiare idee che possono allargare le tue conoscenze e il tuo gruppo di amici crudisti.

    • Cerca feste crudiste, ritrovi, caffè e scuole per apprendere a “non cucinare”.
  3. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 3

    Come diventare crudisti

    3

    Prova. Se non sei certo di essere d’accordo con le ragioni del crudismo, il miglior consiglio è di fare un tentativo. Il modo più sicuro per sapere se il crudismo ti apporta benefici è provare. Ecco alcuni suggerimenti per passare a una dieta interamente o parzialmente crudista:

    • Non entrare in crisi sulla decisione. Riflettere, da un punto di vista intellettuale, sulla valenza del crudismo può portarti a vagare con la mente fino a quando le riflessioni non divengono un ostacolo che ti impedisce di iniziare. Ciò che più importa è come ti senti praticando questa dieta: puoi saperne di più da un punto di vista nutrizionale man mano che procedi (alcuni argomenti sono affrontati nelle Avvertenze più in basso).
    • Sii flessibile. Potresti preferire una dieta parzialmente crudista per un certo periodo di tempo, prima di procedere al totale crudismo. Potresti anche non arrivare mai al crudismo puro, ma fermarti a un 60% di alimenti crudi e a un 40% di cibi vegani cotti, ad esempio. La necessità di alimenti freschi, biologici e non elaborati resta comunque basilare, comunque tu decida di suddividere la tua dieta.
    • Fidati delle tue papille gustative. Se le domande che ti assillano ti fanno girare la testa, prima di tutto fidati delle tue papille gustative. Sapranno dimostrarti che la dieta crudista è deliziosa.
    • Apprezza la facilità di preparazione. Molti cibi crudi sono facili da preparare se si conoscono le ricette giuste. Di fatto molte volte non occorrono nemmeno le ricette, è sufficiente preparare gli alimenti semplicemente e goderseli crudi come insalate o snack.
    • Cerca ricette che non richiedano ingredienti esotici, difficili da trovare. Rinuncerai facilmente se hai l’impressione di dover attraversare tutta la città o di dover ordinare online per poterti rifornire di strani ingredienti. Potresti utilizzare ingredienti meno comuni occasionalmente, ma per la tua dieta quotidiana scegli prodotti che puoi trovare localmente.
  4. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 4
    4

    Acquista gli strumenti da cucina adeguati. Alcuni attrezzi da cucina rendono molto più facile seguire una dieta crudista e ti faranno risparmiare parecchio tempo. Scegli un equipaggiamento da cucina semplice da utilizzare, non troppo costoso e di facile pulizia, oltre che, ovviamente, in grado di facilitarti nel realizzare ciò che ti occorre. Per questo tipo di dieta le tecniche di preparazione più utilizzate sono: tagliare a pezzi, affettare, triturare, fare a quadratini, tritare, grattare, dare una consistenza spumosa, fare a julienne. Come crudista, trarrai grandi vantaggi dall’utilizzo di questi utilissimi strumenti immancabili:

    • I coltelli affilati sono essenziali e, ovviamente, lo è l’apposito tagliere (che può essere in plastica facile da disinfettare, in legno purché ben mantenuto o, ancora meglio, in bambú).
    • Un robot da cucina può rivelarsi utilissimo. Questo attrezzo è eccezionale per tagliare e mescolare gli alimenti.
    • Un disidratatore elimina l’umidità contenuta negli alimenti e li preserva per lungo tempo.
    • Un frullatore. Ani Phyo raccomanda anche un Vita-Mix.
    • Un frullatore ti permette di introdurre più verdure e più frutta nella dieta. Con la frutta, utilizzalo solo occasionalmente: è meglio mangiarla intera che berne il succo.
    • Prova un forno solare. I forni solari utilizzano una temperatura minima per preservare i nutrienti. Puoi utilizzarlo per preparare svariati piatti, ad esempio deliziose cotolette, zuppe calde o fredde, salse, biscotti, crackers…
  5. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 5
    5

    Fai attenzione all’origine degli alimenti. Passando a una dieta crudista, la provenienza dei cibi diviene molto importante. I prodotti biologici non contengono quei prodotti chimici utilizzati invece nelle coltivazioni tradizionali. Nonostante il fatto che le argomentazioni scientifiche continuino a dubitare dei vantaggi del biologico rispetto al convenzionale da un punto di vista nutrizionale, è difficile sostenere che prodotti chimici nocivi per l’ambiente non stiano impoverendo la terra, contaminando i corsi d’acqua e vi sono residui a livelli sospetti di pesticidi nella maggior parte degli alimenti. Inoltre, occorrerebbe sapere chi sono i finanziatori delle ricerche che screditano gli alimenti organici e i loro valori nutrizionali – confida nella tua scelta di consumare alimenti biologici anziché aspettare il risultato del dibattito scientifico. Alcuni modi per facilitarti sono:

    • Coltiva i tuoi prodotti. Prova a far germogliare i semi e le erbe. Puoi piazzare alcuni vasi davanti a una finestra esposta al sole per avere erbe fresche nel corso di tutto l’anno.
    • Occupati del compostaggio degli alimenti. In questo modo il tuo cibo sarà più ricco di elementi nutritivi. Cerca di costruirti un contenitore per il compostaggio o sperimenta il compostaggio con l’utilizzo di lombrichi.
    • Compra prodotti biologici quando puoi. Se il prezzo ti blocca, compra almeno gli alimenti biologici più importanti per avere una base di prodotti sani. Alcune coltivazioni sono più trattate e coltivate in modo più intensivo di altri – su questo aspetto è importante che tu faccia qualche ricerca.
  6. 6

    Scopri i cibi che fanno parte della dieta crudista. Vi sono moltissimi alimenti che rientrano in questo elenco, al contrario di ciò che sostengono coloro che deridono questa scelta. Ciò che si perde sono gli alimenti elaborati, ma questo è un vantaggio non un problema! Almeno il 75% degli alimenti consumati non vanno scaldati a una temperatura superiore ai 48°C. Puoi mangiare cibi non elaborati, preferibilmente biologici e integrali come:

    • Frutta e verdura fresche – assicurati che siano state raccolte di recente e che siano possibilmente biologiche. Tieni sempre una notevole varietà di verdure, tuberi ed erbe fresche nel frigo.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet1
    • Frutta secca e sementi – cerca sempre di avere a disposizione due tipi, almeno, di germogli tra i quali quelli di girasole. Tieni in frigo anche mandorle, che conserverai a bagno in acqua (cambia l’acqua tutti i giorni, per 5 giorni). Le sementi e il burro ottenuto dalla frutta secca sono importanti nella dieta crudista.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet2
    • Prepara fagioli, cereali o legumi.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet3
    • La frutta disidratata, come i datteri, l’uva passa, i mirtilli rossi, le bacche di goji, l’ananas, il cocco, l’albicocca, il mango, la mela, ecc sono ottime scelte. I datteri sono anche ottimi edulcoranti per i dolci crudisti.
    • Le erbe fresche e secche e le spezie aggiungono sapore e varietà al tuo cibo.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet5
    • I sali – possono apportare minerali alla dieta se sono sali marini. Utilizza il miso o il nama shoyu come alternative per apportare sapidità. Anche il sale dell’Himalaya è indicato.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet6
    • Olii – accertati che la provenienza del tuo olio sia di qualità e scegli l’olio di oliva vergine e pressato a freddo, l’olio di lino refrigerato e quello di canapa.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet7
    • Aceto – si ritiene che l’aceto di mele sia il migliore per l’alta quantità di acido malico che contiene. Quest’ultimo aiuta nella digestione delle proteine.
    • Alghe – le alghe apportano una vasta gamma di minerali alla dieta e altrettanti elementi anti-cancro. Cerca l’hijiki, il nori, il wakame e il dulse.
    • Latte di cocco giovane.
    • Cacao e carruba – sceglili entrambi di buona qualità, biologici, e conservali in un recipiente ermetico.
    • Paté crudo – è un ottimo prodotto da tenere a portata di mano, per avere sempre qualcosa di sano e crudo di pronto.
      Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 6Bullet12
    • Prepara i crauti – falli in casa partendo da un cavolo o da altre verdure, potrai conservarli a lungo e utilizzarli anche come condimento sano per i tuoi pasti a base di alimenti crudi.
  7. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 7
    7

    Impara a conservare correttamente il cibo. Gli alimenti crudi si deteriorano più facilmente e non durano quanto i cibi elaborati. Consumali rapidamente e rifornisciti con regolarità.

    • Utilizza i cibi nel tempo raccomandato. La qualità si deteriora superando questo tempo.
    • Raccogli i prodotti che coltivi quando ne hai bisogno, così potrai beneficiare della “vitalità” del cibo al suo massimo.
    • Congela gli alimenti come i frutti secchi senza guscio, la frutta disidratata, le sementi, il cocco, i cereali, la carruba… in questo modo manterrai tutti i principi nutritivi utili per la salute.
  8. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 8
    8

    Transizione. Introduci lentamente nella tua dieta gli alimenti crudi.

    • Varia la tua dieta. Fatti un elenco di prodotti, erbe, frutta secca che vorresti includere nella dieta. Consuma i prodotti stagionali ma assicurati di inserirne la maggiore varietà possibile.
    • Inizia con la frutta fresca a colazione. Oppure prova un frullato di frutta senza latticini.
    • Inserisci alimenti vegetali crudi e freschi negli altri pasti, ogni settimana. Per pranzo e per cena, preparati una grande insalata nella quale includere: frutta secca, germogli e fagioli germogliati.
    • Utilizza paté fatti con piante, condimenti privi di latticini, erbe fresche, ecc, per condire i pasti crudisti. Prepara dell’hummus per dare un sapore extra. Aggiungere sapore è molto importante per quei cibi le cui fibre non sono state rotte dalla cottura e questi condimenti aiutano a trasformare un’insalata in un pasto.
    • Utilizza diverse tecniche di preparazione per ampliare la varietà. Ad esempio, usa diversi germogli, cereali e fagioli, succhi di frutta e verdure, aggiungi frutti secchi e frulla il tutto..
    • Impara a preparare dolci a base di alimenti crudi. Non sei costretto ad abbandonare i dolci, molti dessert crudi son ben di più di una semplice macedonia.
  9. Immagine titolata Go on a Raw Food Diet Step 9
    9
    Fai esercizio fisico e rilassati. Un’ottima salute si ottiene solo grazie a uno stile di vita sano. Ciò che entra nel tuo corpo è molto importante, ma lo è anche fare sufficiente attività, rilassarsi per ridurre lo stress e pensare in positivo per non bombardare il corpo con la negatività dei cattivi pensieri, delle emozioni deprimenti e dei risentimenti.

Consigli

  • Alcune fonti indicano che la temperatura a cui scaldare i cibi crudi non dovrebbe superare i 47ºC anziché i 48ºC suggeriti in questo articolo. Leggi altri articoli e decidi tu quale ritieni sia la temperatura più adatta.
  • Lo sapevi che i giovani hanno 30 volte gli enzimi che hanno degli anziani? Più si invecchia più la digestione diventa faticosa. Ricordati di questo man mano che passano gli anni: i vantaggi di una dieta crudista diventano enormi invecchiando. Tieni anche presente che le teorie sugli enzimi non sono ancora state accettate dalla maggioranza degli scienziati e dei nutrizionisti. Questi ultimi ritengono che gli enzimi siano destinati a essere utilizzati da diversi organismi vivi, ma non sono di alcun beneficio per la salute del corpo umano… per cui mangiare alimenti crudi non ha alcuna valenza, nemmeno per acquisire enzimi, in quanto questi ultimi si distruggono quando attaccati dai succhi gastrici. Mantieniti informato quando fai una dieta!
  • I blogs per crudisti sono un’ottima fonte di ricette e spesso includono idee e consigli in cucina che i frequentatori hanno già sperimentato, prendendoli dai libri più famosi.
  • Buona parte dei vantaggi di una dieta crudista non deriva dal mangiare cibi crudi, ma dal non mangiare alimenti fritti o elaborati. Alcune persone hanno ottenuto grandi benefici aggiungendo più alimenti crudi alla dieta per alcuni giorni a settimana. Il metabolismo di ogni persona è diverso e una dieta strettamente crudista potrebbe non essere adatta a te, quindi fai delle prove e verifica come risponde il tuo corpo. Potresti beneficiare di una dieta mista!
  • Integra la dieta con la Vitamina B12 per prevenire l’anemia. Alcuni prodotti la includono ma fai attenzione ai prodotti che sono stati elaborati, cotti o scaldati per conservarli.
  • Se ceni fuori, portati alcuni dei tuoi ingredienti, come un avocado, un limone, alcune erbe o un condimento naturale per le insalate. Tieni, però, in considerazione il fatto che i regolamenti sull’igiene impediscono di portare alimenti nei ristoranti, per cui è indicato telefonare in anticipo e chiedere. Se non puoi portare nulla, ordina qualcosa da bere e un’insalata, mangerai qualcos’altro al ritorno a casa.
  • Le bevande centrifugate possono essere meglio dei succhi in quanto le fibre restano intatte. Il sapore è, però, piuttosto diverso, ricordalo quando scegli.
  • Fai attenzione ai cambiamenti nella tua digestione e nel tuo benessere in generale.
  • Scegli di comprare biologico quando il prodotto che cerchi viene solitamente trattato con grandi dosi di pesticidi. Questo dato lo potrai trovare facilmente online.
  • Gli ingredienti crudi che utilizzi possono includere latte di frutta secca, frullati e crema di banana congelata.
  • Puoi aver pensato che la dieta crudista sia strettamente dipendente dai moderni dispositivi, come i piccoli elettrodomestici, il frigo e il congelatore, ma ciò non è necessariamente vero. Puoi essere crudista senza utilizzare alcun aiuto – occorrerà solo più attenzione e più lavoro quotidiano per preparare, nonché aumentare la frequenza degli acquisti o della raccolta dei prodotti. Tutto dipende da quanto tempo disponibile hai.

Avvertenze

  • La convinzione per la quale la dieta crudista apporta enzimi è messa in discussione dalla maggioranza degli scienziati e dei nutrizionisti. Le ricerche hanno dimostrato che tali enzimi cominciano a degradarsi e a separarsi sin dal momento della raccolta (cioè dell’uccisione della pianta) e la frutta e la verdura in commercio ne hanno ben pochi, o nessuno, in funzione del tempo di conservazione dal momento della raccolta. Se vi sono ancora enzimi disponibili, verranno distrutti dagli acidi dello stomaco e dai succhi gastrici. Non è stato ancora scoperto se vi siano enzimi in grado di sopravvivere a questo processo e, qualora esistessero, se siano in grado di apportare benefici alla salute umana. Ricorda che le piante traggono nutrimento dal suolo. Siccome noi umani non possiamo farlo, è piuttosto difficile che gli enzimi ci apportino qualche vantaggio (le dichiarazioni per le quali gli enzimi sembrano essere tutti uguali sono fallaci. Ogni organismo ha una propria, specifica, miscela di enzimi deputati a compiti altrettanto specifici. È probabile che gli enzimi delle piante non svolgano alcun ruolo nel corpo umano, ed esiste una piccola possibilità che gli enzimi esterni possano interferire con quelli prodotti dal corpo umano e portare ad ammalarsi). Questo non significa che non si traggano benefici da una dieta crudista; le persone sicuramente si sentono meglio mangiando meno alimenti elaborati, cotti o fritti. Ma assicurati di sapere ciò che sta realmente succedendo nel tuo corpo e di star facendo una dieta per valide ragioni. Molte diete che seguono varie mode apportano reali benefici, ma possono anche essere piuttosto dubbie.
  • Tieni anche in mente che devi essere ben cosciente di ciò che mangi e di come lo prepari. Le verdure perdono nutrienti con la cottura, ma possono impoverirsi anche restando in frigo per giorni. I nutrienti si perdono anche disidratando, congelando e spremendo. E, per quanto triste sia, potrebbe capitare che tu ti possa trovare in deficit di alcune sostanze a causa della dieta crudista, in quanto i nutrienti contenuti in alcuni alimenti vengono resi assimilabili dalla cottura. Il desiderio continuo di alcuni cibi specifici può indicare la mancanza di qualcosa nella dieta, e la presenza di necessità nutrizionali insoddisfatte.
  • Alcuni cibi sono sicuri solo dopo essere stati cotti. È il caso dei fagioli rossi e degli anacardi. Informati su quali siano questi alimenti.
  • Non tutti apprezzano la quantità di lavoro necessaria per seguire questa dieta. Ad esempio, Julie Powell del New York Times disse che facendo questa dieta aveva avuto l’impressione di “passare l’intera giornata non facendo altro che cercare di nutrirmi”. È raccomandabile lasciare le ricette più raffinate ed eleganti per le occasioni speciali, soprattutto se la preparazione richiede molto tempo. Una dieta crudista non dovrebbe aumentare i tuoi livelli di ansia, né convertirti in un martire impazzito per una causa che sta consumandoti la pazienza. Inizialmente è scontato che apprendere e cambiare metodi di preparazione possa portar via molto tempo, dopo tutto stai “disimparando” a cucinare, e serve un po’ di lavoro perché ciò diventi naturale. Ma dopo un po’ di tempo, tutto dovrebbe essere molto più rapido, soprattutto se impari a preparare una discreta quantità di alcuni elementi. Inoltre, esiste sempre la possibilità di aggiungere alimenti crudi alla tua dieta anziché cambiare totalmente abitudini. Alcune persone sono crudiste solo per alcuni giorni a settimana, o mangiano crudista in casa e ciò che vogliono quando escono. Scopri cosa funziona meglio per te, per il tuo corpo, per la tua salute e per il tuo stile di vita!
  • Questa dieta non è raccomandata ai bambini, alle donne incinte o in allattamento, agli anemici o alle persone a rischio di osteoporosi. Se hai qualche malattia, disordine immunologico, debolezza fisica, consulta il medico. Basta eliminare i cibi elaborati dalla dieta e aumentare gli alimenti crudi per apportare benefici alla salute, e pertanto questa potrebbe essere la scelta migliore per te.
  • Molte persone si sentono male subito dopo aver iniziato una dieta radicalmente diversa. Anche se spesso ci si riferisce a questi episodi come “reazioni alla disintossicazione”, si tratta delle difficoltà che il sistema digestivo affronta mentre si adegua alla dieta (avviene con qualunque dieta!). Eliminare la caffeina può causare mal di testa, indipendentemente dalla dieta che stai facendo, e aumentare le fibre può provocare una diarrea temporanea. I cambiamenti nell’alimentazione inducono spesso alla flatulenza (un ben noto effetto che colpisce coloro che cominciano una dieta crudista). Alcuni esperti raccomandano di modificare le proprie abitudini alimentari lentamente, introducendo poco a poco nuovi cibi ed eliminando pian piano gli altri, così da consentire al sistema digestivo di adeguarsi. In ogni caso, se il malessere persiste, questa dieta potrebbe non essere adatta a te e alle tue personali necessità.
  • Nessuna dieta rappresenta una soluzione per qualunque tipo di problema, dal peso alla salute. Ogni persona ha diversi bisogni alimentari, in funzione dell’età, della genetica, dell’ambiente, dello stile di vita e dello stato di salute. La miscela di enzimi e batteri intestinali è altrettanto unica, ogni persona ha la sua, come un’impronta digitale. Non sentirti deluso se questa dieta, o un’altra, funziona bene per alcune persone ma non per te. Parla della dieta al tuo medico e lavora con lui per trovare il regime alimentare adeguato al tuo caso specifico.
  • La cottura può modificare la chimica di alcuni ingredienti, rendendoli più semplici da digerire o addirittura digeribili. Inoltre, il corpo digerisce alcuni alimenti in modo più efficiente quando sono cotti.
  • Perché il tuo metabolismo funzioni propriamente, devi apportare al tuo corpo sufficienti proteine e grassi sani.
  • Questa dieta non è adeguata a tutti; alcuni corpi si adattano più di altri. Ascolta i bisogni del tuo organismo e le sue reazioni. Consulta il medico se qualcosa ti preoccupa.
  • Consulta il tuo medico se hai precedenti medici prima di iniziare una dieta crudista. Alla fine sei solo tu a decidere per te stesso, ma un consiglio di un professionista merita di essere chiesto e ascoltato.

Cose che ti Serviranno

  • Un libro di ricette crudiste
  • Un robot da cucina, coltelli di qualità, un disidratatore, una centrifuga, ecc (come indicato nei vari passaggi)
  • L’accesso a internet

Fonte

Vi ricordiamo che all’interno delle nostre rubriche di Cucina potrete trovare una varietà di ricette crudiste presentate dalla nostra Chef Raffaela Scola  seguiteci su ionontimangio.

Responder

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.